Vai al contenuto principale

La Valle d'Aosta e l'Europa

Logo Europa

Comitato di sorveglianza

In questa pagina trovi informazioni sul Comitato di sorveglianza, la sua composizione e l'esito delle riunioni. 

Per sovrintendere all'attuazione del programma, è istituito un apposito Comitato di sorveglianza che riunisce, essenzialmente, i soggetti cofinanziatori, i responsabili dell'attuazione degli interventi oltre che i rappresentanti delle parti economiche e sociali. Alle riunioni del Comitato partecipa, a titolo consultivo, un rappresentante della Commissione europea. Possono inoltre partecipare, su invito del Presidente, quali osservatori, il valutatore del Programma operativo, rappresentanti di Organizzazioni non governative e/o altri esperti.
Il Comitato si riunisce annualmente, con il compito di accertare l'efficacia e la qualità dell'attuazione del Programma. Oltre a questo ruolo il Comitato è consultato sulle eventuali modifiche del Programma proposte dall'Autorità di gestione e può formulare osservazioni sull’attuazione e la valutazione dello stesso.
I membri del Comitato possono accedere all’area riservata da cui scaricare, oltre al Regolamento interno, i documenti da analizzare e approvare nel corso delle riunioni.

Accedi all'area riservata del CdS FESR

Composizione

Il Comitato assolve i compiti ad esso assegnati dal regolamento (CE) n. 1303/13, dal programma operativo e dal suo regolamento interno. Conformemente a quanto previsto all'art. 110 del predetto regolamento, accerta l'efficacia e la qualità dell'attuazione del programma operativo.

Riunioni

Qui di seguito troverai la rassegna completa delle riunioni del Cds del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). 

Relazione di attuazione annuale (RAA)

La Relazione di attuazione annuale (RAA) è uno strumento di verifica dello stato di attuazione del programma operativo, con riferimento ai dati finanziari, agli indicatori e ai valori obiettivo quantificati rispetto all’anno di riferimento. Una volta approvato dal Comitato di sorveglianza, il RAA viene inviato alla Commissione europea. La relazione annuale è infatti una delle condizioni necessarie per ottenere l'erogazione dei pagamenti intermedi da parte della Commissione europea.