La Valle d'Aosta e l'Europa

Verso la Politica regionale di sviluppo 2021/27

La Politica di coesione guarda al futuro. Sono, infatti, già in corso i lavori preparatori della programmazione 2021/27 che punterà a costruire un’Europa più intelligente, più verde, più connessa, più sociale e più vicina ai cittadini.

A livello europeo, il negoziato sui regolamenti che disciplineranno l’utilizzo dei Fondi nel nuovo settennio – avviato con la presentazione delle proposte della Commissione europea nel maggio 2018 – è ormai entrato nel vivo.  Al tempo stesso e sulla base del quadro che va delineandosi, che presenta elementi di continuità, ma anche di innovazione, è stato avviato, anche a livello nazionale e regionale, il percorso di definizione della futura Politica di coesione.

In quest’ottica, la Valle d’Aosta intende confermare il suo approccio strategico ed integrato, valorizzando le sinergie e le complementarietà tra Programmi e Interventi. Per questo, è impegnata sia nella definizione di quello che sarà il futuro Quadro strategico regionale 2021/27, sia nell’individuazione dei contenuti dei Programmi, così da rispondere ai fabbisogni del territorio e cogliere sfide e prospettive sempre nuove.

Il parco ludico culturale Lo Berlò di Rhêmes-Saint-Georges (finanziamento dal Programma Italia-Francia, Alcotra)
Il parco ludico culturale Lo Berlò di Rhêmes-Saint-Georges (finanziamento dal Programma Italia-Francia, Alcotra)

Con l'intento di definire i contenuti della Politica di sviluppo 2021/27, della Valle d'Aosta, sono stati istituiti appositi tavoli di lavoro  di cui fanno parte referenti delle strutture regionali, del Nucleo di valutazione dei programmi a finalità strutturale (NUVAL) e del partenariato istituzionale, economico-sociale e ambientale.

Gli stessi hanno a disposizione un'apposita area riservata, cui si accede se muniti di credenziali, nella quale sono presenti tutti i documenti utili ad una partecipazione attiva ai tavoli di lavoro.

Area riservata 2021/27