Vai al contenuto principale

Pitem "RISK"

“RISK” è uno dei Piani Integrati Tematici del Programma di cooperazione transfrontaliero Francia-Italia Interreg ALCOTRA 2014-2020

arva

PITEM “RISK”, portato avanti nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliero Francia-Italia Interreg ALCOTRA 2014-2020, rappresenta la continuazione ideale del progetto della precedente programmazione “RiskNET” che a sua volta capitalizza alcune esperienze strategiche di “RiskNat” (pilotaggio politico, geoportale, comunicazione istituzionale, formazione e sensibilizzazione, ecc.) e ha come obiettivo generale il rafforzamento della prevenzione dei rischi e della resilienza nell’area transfrontaliera, attraverso la definizione, sviluppo e realizzazione di azioni o misure nei settori specifici della comunicazione, formazione, gestione delle emergenze.

Guidato dalla Regione autonoma Valle d’Aosta, il piano è iniziato a ottobre 2018 e terminerà il 31 marzo 2023.

PITEM “RISK” presenta un esteso partenariato sul territorio Alcotra:
- Per l’Italia: la Regione autonoma Valle d'Aosta, le Regioni Piemonte e Liguria e la Fondazione CIMA;
- Per la Francia: il Département de Hautes-Alpes, la Regione Provence-Alpes-Côte d'Azur, il BRGM (Bureau de recherches géologiques et minières), il Service Départemental d'Incendie et de Secours de la Savoie e il Service Départemental d'Incendie et de Secours de Haute-Provence.

Il PITEM è strutturato attorno a 4 progetti tematici “RISK-COM”, “RISK-GEST”, “RISK-FOR” e “RISK-ACT”, più un progetto di “Coordinamento e comunicazione” dell'intero Piano.

Le attività progettuali sono incentrate sulle tematiche della comunicazione del rischio, della resilienza, dell'educazione dei cittadini e dei tecnici, sulla interoperabilità dei dati e su azioni pilota in materia di gestione dei rischi naturali e gestione delle emergenze nel territorio transfrontaliero.

Questo PITEM persegue l’obiettivo specifico 2.2 «Aumentare la resilienza dei territori ALCOTRA maggiormente esposti ai rischi» del Programma Alcotra 2014/2020.

 

Progetto n° 1 “Coordinamento e Comunicazione”

- Capofila del progetto: Regione autonoma Valle d’Aosta- Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio.

L’obiettivo del progetto è il coordinamento generale del PITEM “RISK”, affinché venga attuata la strategia del piano attraverso la realizzazione congiunta ed equilibrata degli interventi previsti all’interno dei progetti tematici che compongono il piano integrato; un progetto così complesso richiede un adeguato livello di organizzazione e di gestione, che permetta di rispettare le scadenze e i compiti da assolvere.

A tal fine il progetto si propone di:

  • Garantire un coordinamento efficace per la buona riuscita del piano: la dimensione e la complessità del Piano integrato necessitano di un coordinamento tecnico e amministrativo forte ed efficace, al fine di garantire una realizzazione armoniosa ed equilibrata dell’intero Piano e dei singoli progetti tematici ad esso correlati;
  • Armonizzare le attività di divulgazione comunicazione previste nel PITEM: la divulgazione è uno degli obiettivi primari del progetto e rappresenta uno strumento fondamentale per la valorizzazione e l’amplificazione di tutti i risultati del progetto. Essendo il Piano composto dal progetto di Coordinamento e da n. 4 progetti tematici ad esso correlati, risulta imprescindibile dotarsi di una strategia di comunicazione comune a tutti i progetti, affinché i prodotti di progetto siano immediatamente identificabili sia all’interno del partenariato di progetto, sia verso i soggetti esterni, quali ad esempio: popolazione, tecnici, professionisti, gestori;
  • Creare un gruppo interdisciplinare transfrontaliero: al fine di perennizzare la rete e fare in modo che la Cooperazione tra i referenti delle Istituzioni e degli organismi che compongono il PITEM possa continuare ad indirizzare le politiche territoriali, in relazione ai pericoli naturali in un contesto di cambiamento climatico in atto, si è costituito un gruppo interdisciplinare transfrontaliero.

Tra i prodotti realizzati all’interno del progetto occorre menzionare il video promozionale, realizzato da Fondazione Montagna Sicura e disponibile online sul canale Youtube della Fondazione (https://www.youtube.com/c/fondazionems/videos), che, attraverso un linguaggio innovativo e moderno, racconta la cooperazione transfrontaliera Italia-Francia - ALCOTRA degli ultimi 20 anni. Il video mostra come la cooperazione transfrontaliera abbia influito in maniera rilevante a creare nuovi rapporti di collaborazione tra enti ed organismi dell’area ALCOTRA che sono impegnati quotidianamente nella gestione dei rischi naturali legati agli ambienti di montagna.

video FMS

Progetto n.2 “RISK-COM”

- Capofila del progetto: Regione Piemonte

“RISK-COM” mira ad aumentare la resilienza del territorio Alcotra attraverso azioni di orientamento/informazione partecipate che coinvolgano la cittadinanza, le istituzioni e i portatori di interessi economici nella prevenzione e nella gestione delle situazioni di rischio, al fine di rendere più efficaci le azioni di contrasto esercitate dagli entri locali ed i comportamenti di autoprotezione.

RISK COM

“RISK-COM” mira ad aumentare la resilienza del territorio Alcotra attraverso azioni di orientamento/informazione partecipate che coinvolgano la cittadinanza, le istituzioni e i portatori di interessi economici nella prevenzione e nella gestione delle situazioni di rischio, al fine di rendere più efficaci le azioni di contrasto esercitate dagli entri locali ed i comportamenti di autoprotezione.

La tempestività e l’efficacia dell’allerta e dell’informazione sull’evoluzione dell’evento e, innanzitutto, sulle misure di prevenzione, è favorita dalla realizzazione di un sistema informativo coinvolgente transfrontaliero che consenta di mettere in comune, integrandoli e sviluppandoli, i diversi sistemi esistenti sui territori francesi e italiani, utilizzando le migliori tecnologie ICT.

Tra i prodotti del progetto va menzionata la messa on-line del Portale “La mia casa ed i pericoli naturali” realizzato in collaborazione con il Centro funzionale regionale del Dipartimento Protezione civile e Vigili del Fuoco che consente la visualizzazione degli eventuali pericoli naturali che insistono sulla propria proprietà.

Estratto del portale “La mia casa ed i pericoli naturali” - https://casaepericoli.regione.vda.it/
Estratto del portale “La mia casa ed i pericoli naturali” - https://casaepericoli.regione.vda.it/

Il progetto terminerà il 2 ottobre 2022.

Progetto n.3 “RISK-GEST”

Capofila del progetto: Fondazione CIMA - Centro Internazionale di monitoraggio ambientale

“RISK-GEST” intende affrontare le sfide prioritarie della salvaguardia delle popolazioni del territorio ALCOTRA esposte ai rischi naturali (in particolare da inondazioni, frane, valanghe e incendi), sviluppando la filiera di prevenzione, protezione e preparazione per la gestione del rischio, il più possibile integrata e uniformata fra le istituzioni competenti a livello transfrontaliero. Elabora, inoltre, strategie d’intervento comuni per lo sviluppo della consapevolezza del rischio e per il miglioramento della conoscenza dei fenomeni attraverso la definizione di politiche di governance multilivello per l’aumento della resilienza del territorio transfrontaliero e lo sviluppo di metodi avanzati di valutazione e monitoraggio e gestione dei rischi.

Rilievo Georadar sul ghiacciaio di Planpincieux
Rilievo Georadar sul ghiacciaio di Planpincieux

Il progetto presenta un forte carattere innovativo perché si pone l’ambizioso obiettivo di far interloquire e coordinare differenti attori: enti incaricati della prevenzione/pianificazione sia territoriale che di protezione civile (regioni/dipartimenti), enti che hanno il compito di gestire l’emergenza dopo che un evento si è dato (pompieri) o chi gestisce quotidianamente il territorio e i rischi (città metropolitane/comuni) e il terminale ultimo della filiera ossia i cittadini. Proprio i cittadini, attraverso la sperimentazione della pianificazione partecipata, diventano attori attivi del sistema di gestione del rischio.

Il progetto terminerà il 2 ottobre 2022.

Progetto n.4 “RISK-FOR”

- Capofila del progetto: Service Départemental d’Incendie et de Secours de la Savoie  

“RISK-FOR” ha come obiettivo generale quello di sviluppare l’aspetto formativo del PITEM rivolto sia a tecnici/professionisti che intervengono contro i rischi di ogni genere, ma anche a semplici cittadini, fruitori del territorio ALCOTRA: la formazione è ritenuta un elemento essenziale per migliorare la resilienza dei territori nei confronti dei rischi naturali. Inoltre, tramite tre luoghi dedicati e diversi posti mobili ripartiti in Francia e in Italia, si occupa della formazione dei decisori in caso di crisi con l'utilizzo della realtà virtuale e la creazione di tre centri virtuali collegati fra loro sul territorio ALCOTRA.

Questo progetto mira particolarmente a sviluppare degli strumenti di simulazione: questi sono fondati su dei modelli matematici e permettono che l'evoluzione d'una situazione dipenda direttamente delle decisioni prese par i discenti e non d'uno scenario già costituito. Lo sviluppo della realtà virtuale permette anche di poter imparare, tramite la ripetizione degli addestramenti e la variazione delle situazioni, a lavorare in modo congiunto e transfrontaliero in caso di eventi che mettono a repentaglio la popolazione.

risk for

All’interno del progetto, nel corso dell’anno 2021, è stato promosso lo strumento 3D immersivo dedicato al pericolo valanghe ed al soccorso in valanga, destinato sia ad escursionisti-scialpinisti, sia a operatori del soccorso e studenti; questo strumento verrà utilizzato successivamente mediante un apposito ciclo formativo all’interno del progetto “RISK-ACT”.

Le attività del progetto si concluderanno il 2 ottobre 2022.

Avalanche VR - Free ride and rescue experience
Avalanche VR - Free ride and rescue experience

Progetto n.5 “RISK-ACT”

- Capofila del progetto: Regione autonoma Valle d’Aosta – Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio

Il progetto risponde pienamente alle finalità previste dall’obiettivo specifico del Programma Alcotra “prevenzione dei rischi” al fine di aumentare la resilienza dei territori maggiormente esposti ai rischi.

L’obiettivo primario del progetto è di applicare i vari prodotti scaturiti all’interno dei progetti “RISK-COM”, “RISK-GEST” e “RISK-FOR” su casi pilota del territorio transfrontaliero. Sono attuate le strategie di gestione del territorio e delle emergenze nei confronti dei rischi naturali nonché vengono testati gli approcci innovativi di comunicazione e di formazione. La realizzazione delle attività di cui sopra permette di attuare la strategia del PITEM “RISK” direttamente sui territori dell’area transfrontaliera con evidenti ricadute in termini di aumento della resilienza della popolazione.

Nell’ambito del WP4 del progetto “RISK-ACT” è stato svolto il VR-AVALANCHE, un ciclo formativo - educativo, dedicato a studenti, residenti, turisti, mediante l’utilizzo dello strumento educativo, in realtà virtuale (3D), dedicato al pericolo valanghe e alla sicurezza in montagna in inverno con la realizzazione di 30 atelier e il coinvolgimento di quasi 500 persone e di 18 guide alpine. Gli atelier sono stati svolti in una modalità interattiva tra guide e partecipanti con simulazioni virtuali e formazione teorico-pratica.

Un momento di simulazione virtuale durante l’Atelier VR-AVALANCHE
Un momento di simulazione virtuale durante l’Atelier VR-AVALANCHE

VR- AVALANCHE si è dimostrata anche un’importante azione di informazione e sensibilizzazione dei partecipanti sull’importanza della conoscenza delle condizioni nivometeorologiche, dell’organizzazione di un’uscita e delle procedure di autosoccorso in valanga mediante la realizzazione delle opportune operazioni per un approccio corretto alla montagna in generale e, nello specifico, in un contesto innevato. Grazie alla ripetibilità dei gesti, infatti, l’utente ha avuto modo di memorizzare le procedure di autosoccorso, automatizzando la sequenza di azioni che, in caso di incidente, si sarebbe tenuti ad eseguire.
Al termine della formazione con le Guide, veniva proiettato il video introduttivo all’esperienza virtuale che racconta di tre amici che partono per una gita di sci-alpinismo e rimangono coinvolti in un incidente in valanga.

Immagine di simulazione valanghiva
Immagine di simulazione valanghiva

All’interno del progetto è stata prodotta un’app per smartphone “Meteo 3R” per le previsioni meteo in Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria.

METEO 3R

Le attività del progetto termineranno il 25 marzo 2023.