La Valle d'Aosta e l'Europa

  • SCADE IL 05/10/2020

    Descrizione: la sottomisura prevede il “sostegno alla cooperazione di filiera per l’approvvigionamento sostenibile di biomasse da utilizzare nella produzione di energia”, con la
    finalità di valorizzare ed armonizzare la filiera foresta-legno-energia coordinandone le diverse componenti, attualmente frammentate e non in rete, al fine di migliorare qualitativamente e quantitativamente la risorsa forestale e il prodotto legno regionale, anche a fini energetici. Si intende finanziare progetti che mirano a sostenere l’avvio delle filiere corte in un’ottica di cooperazione duratura e sostenibile, al fine di rendere sostenibile economicamente e ambientalmente il recupero di biomasse aziendali o derivanti dalle pratiche selvicolturali (ed eventualmente di verde urbano), nonché l’eventuale trattamento, per una loro destinazione ai fini energetici.

    A chi si rivolge: sono ammessi a presentare domanda e a beneficiare del sostegno soggetti pubblici e privati interessati alla costituzione di aggregazioni per la creazione di filiere per l’utilizzo della biomassa proveniente dai settori agricolo o forestale.
    Le filiere oggetto di aiuto, sia orizzontali che verticali, devono avere le seguenti caratteristiche: 

    • filiere verticali: devono essere compresi 2 o più soggetti appartenenti alle seguenti categorie:
      a) produttori (cioè tutti coloro che producono per effetto delle loro attività) di biomassa;
      b) soggetti che operano il trattamento, anche finalizzato direttamente ai fini energetici, del materiale di cui i produttori garantiscono l’approvvigionamento. I soggetti che operano il trattamento possono coincidere con i soggetti produttori della biomassa;
      c) soggetti che coordinano l’attività di organizzazione (compresa l’attività di animazione) e gestione della filiera;
      d) soggetti che commercializzano biomassa trasformata (es. pellet, cippato, legna da ardere, bricchetti);
      e) soggetti che forniscono consulenza aziendale;
      f ) soggetti che erogano il servizio di formazione agli operatori della filiera;
    • filiere orizzontali: sono coinvolti soggetti della stessa categoria.Le filiere orizzontali possono essere ammesse anche qualora i soggetti che collaborano nell’attività di cooperazione siano già associati (cooperative, associazioni di produttori), ma non siano state precedentemente svolte le attività oggetto di finanziamento.

    Le forme di cooperazione devono avere durata pari ad almeno la durata degli impegni e per lo stesso periodo di tempo la gestione forestale deve essere diretta da un tecnico forestale abilitato.

    Cosa finanzia: sono considerate ammissibili tutte le spese sostenute dal beneficiario per la costituzione della forma associativa prescelta [ad esempio le spese notarili, amministrative e legali per la costituzione della forma di aggregazione; le spese di predisposizione dei relativi atti (atto costitutivo, statuto, regolamento interno, ecc.)]. Nel caso di reti già esistenti, che intraprendono una nuova attività, saranno ammissibili esclusivamente gli interventi connessi all’attuazione del progetto di cooperazione proposto.
    Sono ammissibili le spese per:
    a) studi sulla zona interessata o sul bacino di utenza e studi di fattibilità volti ad analizzare l’impatto e la ricaduta nella zona interessata degli interventi previsti nel progetto di cooperazione,
    b) stesura di piani aziendali, piani di approvvigionamento e piani di gestione forestale (necessario per superfici forestali superiori a 50 ha) o altri documenti equivalenti per la
    verifica della fattibilità in termini economici delle condizioni di approvvigionamento. Sono compresi, ad esempio, anche i costi per la stesura di piani di filiera, consulenza per
    sistemi di tracciabilità, consulenza e assistenza per i corretti processi di lavorazione funzionali allo sviluppo della filiera, studi ed analisi di mercato;
    c) animazione della zona interessata finalizzata ad ampliare la partecipazione al progetto (ricerca di partner, organizzazione di riunioni e incontri, organizzazione di specifici
    eventi formativi e visite di filiere a favore dei soggetti aderenti alla forma di aggregazione (spese per docenze, affitto sale riunioni, trasferte ecc.), acquisizione di consulenze specifiche, collegamento in rete tra i membri);

    d) costi di esercizio della cooperazione:

    • costi di esercizio della cooperazione (consulenti esterni per il coordinamento del progetto);
    • spese di gestione relative alla cooperazione (utenze, canoni di locazione della struttura, spese di materiale di consumo - es. cancelleria) limitatamente ai primi 12 mesi dall’avvio dell’attività, a rendicontazione nel limite massimo del 10% del valore totale del progetto;
    • costi di acquisto di supporti software e costi di leasing di hardware e attrezzature di ufficio se strettamente connessi al progetto (piattaforme informatiche, utilizzo di attrezzature da ufficio funzionali alla realizzazione del progetto);

    e) costi delle attività promozionali, compresa la partecipazione e l’organizzazione di eventi, fiere, incontri (materiale informativo, video divulgativi, brochure, materiale pubblicitario esclusivamente per la promozione degli eventi/manifestazioni ed iniziative);                                                                                                                                                            f) costi diretti relativi all’attuazione di progetti specifici, legati all’attuazione di un piano aziendale o documento equivalente o di costi diretti di altre azioni finalizzate all’innovazione.

    Quando presentare la domanda: i soggetti interessati possono presentare la domanda di sostegno dall'11 novembre 2019 al 5 ottobre 2020. Le domande inoltrate oltre i termini indicati saranno escluse dall’accesso agli aiuti.

    Come presentare la domanda: le domande devono essere presentate su modello cartaceo, predisposto dalla SC, entro il termine di chiusura del bando, presso la struttura Foreste e sentieristica dell’Assessorato Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale. La SC provvede alla compilazione della domanda sul Sistema Informativo Agricolo Nazionale (di seguito SIAN) e il beneficiario deve convalidare l’istanza in via informatica entro i termini stabiliti dal responsabile del procedimento.
    Le domande devono essere corredate da tutta la documentazione indicata nell’Allegato I. Nel caso in cui la documentazione allegata non sia esaustiva, il responsabile del procedimento ne chiede il completamento che deve avvenire entro il termine previsto dalla SC, pena l’esclusione parziale o totale della domanda.

    Contatti e referenti: uffici della Struttura Foreste e Sentieristica in loc. Amérique 127/a - Quart. Tel. 0165/776259 e 0165/776226 - Valerio Sedran

    • Bando 16.6.1
      Documento pdf (326 Kb) Ultimo aggiornamento: 18/11/2019
    • AVVISO
      Documento pdf (1111 Kb) Ultimo aggiornamento: 13/02/2020
    Pubblicato il 06/11/2019