La Valle d'Aosta e l'Europa

  • SCADUTO IL 03/08/2020

    Descrizione: la sottomisura prevede un aiuto a forme di cooperazione tra almeno due beneficiari al fine di diffondere la pianificazione forestale e di favorire una gestione sostenibile dei boschi secondo finalità condivise e pianificate, basate sui principi della selvicoltura naturalistica, tenendo in particolare considerazione gli aspetti di sostenibilità, gestione dei soprassuoli di montagna e introducendo spiccati elementi di operatività.

    A chi si rivolge: possono accedere al sostegno della presente sottomisura aggregazioni di almeno due dei seguenti soggetti:

    • proprietari, possessori e/o titolari pubblici della gestione di superfici forestali;
    • proprietari, possessori e/o titolari privati della gestione di superfici forestali;
    • altri soggetti e enti di diritto privato o pubblico;
    • la Regione.

     I soggetti pubblici o privati (ad esempio consorterie o consorzi di miglioramento) che già coinvolgano più enti o soci da statuto, ai fini del bando vengono già considerate aggregazioni di più soggetti.

    Cosa finanzia: sono ammissibili a finanziamento gli interventi diretti alla redazione, ex novo o alla revisione, dei Piani di gestione forestale delle aree forestali, di proprietà e/o in gestione di soggetti pubblici o di proprietà e/o in possesso dei privati che operano in maniera congiunta.

    Sono ammissibili al sostegno i seguenti elementi di costo:

    1. studi sulla zona interessata (es. studi preliminari e di contesto, studi di fattibilità, elaborazione di strategie di sviluppo locale, relazioni di incidenza, ecc.);
    2. animazione della zona interessata al fine di rendere fattibile un progetto collettivo;
    3. costi di costituzione della cooperazione;
    4. costi di esercizio della cooperazione: spese di gestione relative alla cooperazione (utenze, canoni di locazione della struttura, spese di materiale di consumo - es. cancelleria) limitatamente ai primi 12 mesi dall’avvio dell’attività;
    5. costi diretti di redazione del piano di gestione forestale o documenti equivalenti.

    Quando presentare la domanda: i soggetti interessati possono presentare la domanda di sostegno a partire dalla data di pubblicazione del presente bando, fino alle ore 12:00 del 3 agosto 2020. Le domande inoltrate oltre i termini indicati saranno escluse dall’accesso agli aiuti.

    Come presentare la domanda: le domande devono essere presentate su modello cartaceo, predisposto dalla SC, entro il termine di chiusura del bando, presso la struttura Foreste e sentieristica dell’Assessorato Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale.

    La SC provvede alla compilazione della domanda sul Sistema Informativo Agricolo Nazionale (di seguito SIAN) e il beneficiario deve convalidare l’istanza in via informatica entro i termini stabiliti dal responsabile del procedimento.

    Le domande devono essere presentate dal beneficiario corredate da tutta la documentazione indicata nell’allegato II. Nel caso in cui la documentazione allegata non sia esaustiva, il responsabile del procedimento ne chiede il completamento che deve avvenire entro il termine previsto dalla SC, pena l’esclusione parziale o totale della domanda.

    Contatti e referenti: uffici della Struttura Foreste e Sentieristica in loc. Amérique 127/a - Quart. Tel. 0165/776259 e 0165/776226 - Valerio Sedran

    • Bando 16.8
      Documento pdf (270 Kb) Ultimo aggiornamento: 27/11/2019
    • manuale IPLA
      Documento pdf (22437 Kb) Ultimo aggiornamento: 28/11/2019
    Pubblicato il 27/11/2019