Vai al contenuto principale

La Valle d'Aosta e l'Europa

Logo Europa

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) - Programma di sviluppo rurale

In questa sezione trovi le informazioni utili e la documentazione per cogliere le opportunità offerte dal Programma di sviluppo rurale (PSR) della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Cos’è

Il PSR è lo strumento di programmazione comunitaria che permette alla Valle d’Aosta, come agli Stati membri e alle altre Regioni europee, di sostenere gli interventi del settore agricolo e forestale, nell’obiettivo di accrescere lo sviluppo delle aree rurali. L’attuale programmazione copre il periodo dal 2014 al 2022, in quanto dopo la programmazione 2014/2020, il PSR ha beneficiato di un’estensione di due anni. Ai 138 milioni di euro già assegnati alla nostra regione, si sommano ora i 39,9 milioni di euro messi a disposizione per il biennio 2021-2022. Le risorse provengono per il 43,12% dall’Europa attraverso il fondo FEASR, per il 39,82% dallo Stato e per il 17,06% dalla Regione.
A questa dotazione, sarà aggiunta la quota NextGenerationEU di 5,4 milioni di euro, interamente finanziata dall’Europa attraverso il fondo FEASR.

Per sostenere lo sviluppo agricolo e forestale, il PSR persegue tre obiettivi strategici:

  • il miglioramento della competitività dell’agricoltura;
  • la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima;
  • lo sviluppo territoriale equilibrato per le zone rurali.

Per offrire una sintesi dei contenuti del PSR 2014/20, delle opportunità offerte e delle istruzioni per accedere agli aiuti, l’Autorità di Gestione del Programma, che in Valle d’Aosta corrisponde alla Struttura Politiche regionali di sviluppo rurale del Dipartimento agricoltura, ha pubblicato un Vademecum-Guide d’orientation, che trovi qui in allegato.

NextGenerationEU è uno strumento temporaneo per la ripresa, che destina una somma totale di oltre 800 miliardi di euro per contribuire a riparare i danni economici e sociali immediati causati dalla pandemia di coronavirus e, in prospettiva, per creare un'Europa post COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.
Proprio per questa ragione, l’Unione Europea chiede che i fondi NGEU siano destinati al perseguimento di precisi obiettivi. Dei 5,4 milioni di euro assegnati alla Valle d’Aosta, dunque, il 56,21% finanzierà le misure a superficie e la parte rimanente sarà assorbita dalla misura 4.1.2, che sostiene gli investimenti realizzati dai giovani.

Cosa offre

Il PSR si compone di 12 misure, declinate in interventi, suddivise in:

  • Misure a investimento o strutturali 
  • Misure a superficie e per il benessere degli animali (o a capo)

A queste due categorie di misure si affianca il cosiddetto “approccio” Leader a favore dello sviluppo locale di tipo partecipativo, attuato dal Gruppo di Azione Locale (GAL) Valle d’Aosta. 

Misure e interventi rappresentano le tipologie di sostegno offerte dal Programma e vengono attivati attraverso la pubblicazione di bandi, ai quali possono accedere gli imprenditori agricoli e forestali interessati.

Scopri qui di seguito le misure del Programma di sviluppo rurale 2014/22 e trova le opportunità che ti interessano.

Come accedere agli aiuti

Il PSR è attualmente il più importante strumento a supporto del mondo agricolo e forestale. Per accedere agli aiuti previsti dal programma è necessario presentare una domanda di sostegno per l’intervento per il quale si vuole ricevere il contributo. 

I beneficiari variano a seconda degli interventi, possono essere agricoltori singoli o associati, associazioni e organizzazioni di produttori, imprese di trasformazione e commercializzazione, consorzi di tutela, organismi di ricerca, consorzi irrigui e di miglioramento fondiario, aziende forestali singole e associate, proprietari e gestori di superfici forestali, enti gestori di aree protette, enti locali, enti di formazione.

Qui di seguito trovi l'elenco dei bandi aperti in questo momento.

Bandi aperti

Per sapere come presentare la domanda di sostegno e, se questo viene concesso, le successive domande di pagamento, consulta la sezione qui di seguito.

Come presentare la domanda

Le domande pervenute sono sottoposte ai controlli amministrativi e, a seguito di una valutazione da parte di una commissione, sono inserite in una graduatoria, stilata sulla base dei criteri previsti dal bando. Al beneficiario viene comunicato con lettera l’accoglimento o il rifiuto della domanda e l’importo concesso.

Selezione delle domande

Tutti coloro che beneficiano dei sostegni erogati dal PSR sono tenuti al rispetto di precise norme sulla comunicazione e sul mantenimento di un equilibrio tra la competitività della propria azienda e l’attenzione all’ambiente. Chi non rispetta queste e altre disposizioni, stabilite per i singoli interventi, è soggetto a sanzione.

Alcune regole da seguire

Come funziona il Programma

Il Programma di sviluppo rurale è gestito da un’Autorità di gestione, soggetto responsabile della sua attuazione amministrativa e finanziaria. Nella nostra regione l’Adg fa riferimento alla Struttura Politiche regionali di sviluppo rurale dell’Assessorato del turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali.

Il controllo sull’attuazione del programma è invece compito di un Comitato di sorveglianza, mentre le responsabilità delle diverse strutture coinvolte nella sua gestione sono indicati in un documento denominato Sistema di gestione e controllo.

Comitato di sorveglianza Sistema di gestione e controllo

Contatti e referenti

Per informazioni generali sul PSR puoi contattare l’ufficio comunicazione dell’Autorità di gestione presso la Struttura politiche regionali di sviluppo rurale del Dipartimento agricoltura dell'Assessorato agricoltura e risorse naturali.

Per ogni informazione concernente invece i singoli interventi del PSR, ti invitiamo a rivolgerti ai referenti delle misure, indicati qui di seguito:

Ti potrebbe interessare

Appuntamenti

Tutti gli appuntamenti

Storie di progetto

Samtag Märt: il mercato del sabato

Sette aziende della valle del Lys fanno squadra per promuovere i loro prodotti, creare momenti d’incontro e formazione e condividere con i clienti i valori della genuinità del cibo.

Scopri il progetto

Due giovani puntano sull’agricoltura per il loro futuro

Elodie Viérin e il fratello Michel decidono di riprendere e rinnovare l’azienda frutticola di famiglia, a Gressan. Grazie agli aiuti del Programma di sviluppo rurale destinati ai giovani agricoltori, possono realizzare nuovi locali e un moderno punto vendita, che fanno ora dell’azienda una realtà competitiva e al passo con i tempi.

Scopri il progetto
Scopri altre storie