La Valle d'Aosta e l'Europa

Eventi e appuntamenti

In questa sezione puoi trovare tutti gli eventi e gli appuntamenti in programma sul territorio regionale o realizzati di recente dal Centro Europe Direct Vallée d'Aoste per portare l'Europa più vicina ai cittadini. 

Presso lo stand del Centro puoi trovare materiale informativo gratuito sull'Unione europea, sulle sue politiche e sui Fondi strutturali e di investimento europei. Dall'importanza della Strategia Europa 2020, quale strumento per rilanciare la crescita e l'occupazione, alle opportunità di finanziamento nell'ambito dei Programmi cofinanziati che interessano la Valle d'Aosta e dei Programmi a gestione diretta della Commissione europea, alle azioni promosse dalla Commissione europea per sostenere gli investimenti, sono tanti i temi che vengono trattati.

Hai altre domande sull’Unione Europea? Ti servono informazioni specifiche? Segui la pagina Facebook di Europe Direct Vallée d’Aoste per sapere quali sono i prossimi eventi in programma e vieni a trovarci!

Ti aspettiamo!!

Seguici sulla pagina Facebook di Europe Direct

      

Continuano le iniziative organizzate per celebrare la ricorrenza della Festa dell’Europa: questa volta i destinatari sono gli studenti valdostani delle scuole secondarie di secondo grado.

Nei mesi di aprile e maggio erano previsti degli incontri con gli studenti sull'Unione europea, che avrebbero dovuto svolgersi in presenza nelle scuole. Purtroppo, a causa dell'emergenza sanitaria dovuta al covid-19, non è stato possibile organizzarli.

Per non perdere un'occasione importante per parlare di tematiche europee e permettere agli studenti di approfondire argomenti utili al proprio percorso di studi e conoscere l’importanza di ricoprire consapevolmente il ruolo di cittadini europei, il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, in collaborazione con l’Assessorato istruzione, università, ricerca e politiche giovanili, ha pensato ad una lezione 'a distanza'.

L’incontro, condotto dal dr Gianpaolo Meneghini, del Segretariato generale del Parlamento europeo,  si terrà venerdì 29 maggio 2020, alle ore 10 e verterà sulle tappe fondamentali della storia dell’Unione europea, sulle sue Istituzioni e, in particolare, sul Parlamento europeo, per poi affrontare il tema della democrazia rappresentativa e delle opportunità per i giovani.

Al termine della lezione ci sarà spazio per un ampio confronto tra i partecipanti e il dr Meneghini; gli studenti avranno, infatti, la possibilità di intervenire chiedendo approfondimenti sui temi trattati e risposte alle proprie curiosità.

Gian Paolo Meneghini durante un incontro con gli studenti alla Biblioteca regionale di Aosta nel 2019
Gian Paolo Meneghini durante un incontro con gli studenti alla Biblioteca regionale di Aosta nel 2019

Si celebra il 9 maggio la Festa dell’Europa, di cui ricorre quest’anno il 70° anniversario. Era infatti il 1950 quando l’allora Ministro degli affari esteri francese Robert Schuman pronunciò il suo storico discorso a Parigi, con cui venivano gettate le basi per la nascita dell’Europa.

Come ogni anno, il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, dell’Assessorato affari europei, politiche del lavoro, inclusione sociale e trasporti, organizza alcune iniziative per festeggiare tale ricorrenza. Quest’anno l’emergenza sanitaria in corso impedisce che tali iniziative siano accompagnate da momenti di incontro, ma ciò nonostante il proposito è quello di essere vicini ai cittadini ricordando loro i valori ancora attuali su cui si fonda il progetto europeo.

Affidandosi alla musica, quale linguaggio universale, è stato realizzato, grazie alla collaborazione della Fédération des Harmonies Valdôtaines, un video con l’esecuzione dell’Inno alla Gioia di Beethoven, inno ufficiale dell’Unione europea. Il video vede coinvolti i componenti di numerose bande musicali valdostane che grazie al suono delle loro note si fanno portatori di un messaggio di pace e di solidarietà. Il coinvolgimento delle bande vuole anche essere un’occasione per omaggiare queste importanti risorse del nostro territorio che, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, hanno dovuto rinunciare al loro raduno annuale.

L'inaugurazione del Parco della lettura di Morgex si sarebbe dovuta svolgere il 23 aprile scorso ma, purtroppo, è stata rinviata a causa dell'emergenza epidemiologica dovuta al covid-19.

La Fondazione Natalino Sapegno ha pensato, però, a una inaugurazione “virtuale”, attraverso una lettura musicata estratta da L'uomo che piantava gli alberi, di Jean Giono. La lettura è stata affidata a Stefania Tagliaferri e Claudia Desandré (Palinodie).

Anche se al momento non è possibile recarsi di persona al Parco, per tutto il mese di maggio è proposta una nuova iniziativa per raggiungere una delle sfide che questo progetto si è posto: incentivare i bambini a leggere più libri e arricchire il loro bagaglio lessicale, divertendosi.

Tutte le domeniche, alle ore 18, fino al 24 maggio prossimo, Andrea Cazzato (della compagnia teatrale Palinodie) leggerà per i bambini, una puntata de Il Mago di Oz.

Le letture sono inserite nella programmazione nazionale del Maggio dei libri e possono essere ascoltate sul canale youtube http://ow.ly/sIUL50ziY55 

L'iniziativa è orgnaizzata dalla Fondazione Natalino Sapegno  e fa parte del Progetto 'Famille à la montagne', finanziato dal Programma Interreg Italia-Francia (Alcotra). Una bella occasione per avvicinarsi in modo diverso alla lettura, anche stando a casa!

Anche quest'anno, in occasione della Fiera di Sant’Orso, si è svolta l'ormai tradizionale Veillà di Petchou, giunta alla sua 16a edizione.

Il 30 gennaio la Cittadella dei giovani – allestita sotto forma di bosco incantato – ha ospitato un ricco programma di iniziative: l’intrattenimento musicale con i gruppi folcloristici che valorizzano le tradizioni e i costumi valdostani; i laboratori didattici, nei quali i bambini hanno avuto la possibilità di partecipare attivamente e provare loro stessi le tecniche dell’artigianato; l’animazione e i giochi proposti nel teatro e la merenda offerta a tutti i presenti. Un modo per coniugare le tradizioni popolari all'Europa, considerando che proprio le tradizioni dei popoli europei, le loro lingue e i loro costumi sono considerati patrimonio culturale europeo dal Trattato di Lisbona.

I bambini e ragazzi, cui l’iniziativa è rivolta, hanno avuto, inoltre, la possibilità di ammirare i lavori, preparati dai coetanei delle scuole dell’infanzia e primarie, su Sant’Orso e sulla Fiera, che sono stati esposti all’interno del teatro, così come di visitare la mostra ‘Quando il legno scolpisce la pietra: Chemp e Bettoni’, presente nella sala expo, a cura dell’area Arte e cultura della Cittadella.

Come da tradizione, la Veillà si è conclusa con l’arrivo di Sant’Orso, interpretato da Maurice Mondello e con la tanto attesa battaglia del fieno.

Il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste era presente con il suo punto informativo sull’Europa, che è stata tema portante anche di un gioco proposto ai bambini, per conoscere i Paesi e le bandiere che fanno parte dell'Unione europea.

#vdaeuropa