La Valle d'Aosta e l'Europa

La realtà virtuale nel Gran Paradiso

Nuove postazioni immersive realizzate da Fondation Grand Paradis con due progetti Interreg

Tutti possono vivere l’ascesa alla cima del Gran Paradiso. Foto di ©Alessandro Simonetta
Tutti possono vivere l’ascesa alla cima del Gran Paradiso. Foto di ©Alessandro Simonetta

Durante le festività natalizie 2019, è stata presentata al pubblico, in anteprima, la nuova postazione immersiva “Gran Paradiso VR – The experience of Nature”. Inaugurata in occasione degli appuntamenti del Gran Paradiso Film Festival d’Inverno di Cogne, Rhêmes-Notre-Dame e Valsavarenche, la postazione consente al pubblico di vivere in prima persona, con appositi occhiali 3D, l’ascesa alla cima del Gran Paradiso, simulando la salita in vetta e consentendo di guardare attorno a sé a 360°. L’allestimento sarà ultimato entro l’estate 2020 e proposto al pubblico in uno fra i siti di interesse naturalistico e culturale gestiti da Fondation Grand Paradis sul territorio.

L’attività rientra nel progetto ‘P.A.C.T.A - Promuovere L’azione Culturale Sul Territorio Alpino’,  finanziato dal Programma Interreg Italia-Francia Alcotra. 

Le altre postazioni

Altri tre allestimenti erano stati inaugurati nell’estate 2019.

L’appuntamento estivo del 22° Gran Paradiso Film Festival è stato l’occasione per inaugurare, al Castello di Introd, la postazione emozionale dedicata alla bolla di Papa Niccolò V. Il pubblico è accompagnato in un viaggio a ritroso nel tempo, fino al 1453, ai tempi del matrimonio tra Catherine de Challant e Pierre Sarriod. Si tratta di un’installazione interattiva, composta da elementi scenografici e virtuali che consente al visitatore di ammirare il documento originale e seguire il racconto dalla viva voce dei suoi personaggi.

L'installazione interattiva, ospitata nella sala esagonale del Castello, consente al visitatore di ammirare il documento originale e seguire il racconto dalla viva voce dei suoi personaggi.
L'installazione interattiva, ospitata nella sala esagonale del Castello, consente al visitatore di ammirare il documento originale e seguire il racconto dalla viva voce dei suoi personaggi.

Allo stambecco alpino, specie simbolo del Parco Nazionale Gran Paradiso e delle Alpi, è dedicata la postazione immersiva – emozionale del Centro Visitatori del Parco di Cogne, visitabile nei giorni ed orari di accesso al Centro Visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso e all’esposizione sulla Miniera di Cogne.

La travagliata storia del rischio estinzione dello stambecco e molte curiosità sulle sue caratteristiche e abitudini sono svelate immergendo il visitatore in un racconto dove le immagini interagiscono con l’esemplare tassidermizzato.

Questa postazione è stata realizzata grazie al progetto Progetto ‘SONO – Svelare Occasioni Nutrire Opportunità’, finanziato dal Programma Interrreg Italia-Svizzera.

Specie simbolo del Parco Nazionale Gran Paradiso ed in generale delle Alpi, lo Stambecco alpino è protagonista di una nuova installazione al Villaggio Minatori di Cogne.
Specie simbolo del Parco Nazionale Gran Paradiso ed in generale delle Alpi, lo Stambecco alpino è protagonista di una nuova installazione al Villaggio Minatori di Cogne.

Al Centro visitatori del Parco di Rhêmes-Notre-Dame è stata allestita un’altra postazione, dedicata a una specie elusiva e misteriosa - il gufo reale -  visitabile in questo periodo dell’anno nei fine settimana, in occasione delle aperture del Centro. La nuova installazione permette di conoscere aspetti curiosi della biologia del rapace notturno. Il visitatore può infatti trovare un insieme di strategie espositive e didattiche tradizionali e innovative, dall’esemplare tassidermizzato a immagini e contenuti multimediali con cui interagire.

Nuovo spazio nel Centro visitatori di Rhêmes-Notre-Dame dedicato al Gufo reale, specie schiva e poco nota ma con un importante ruolo ecologico.
Nuovo spazio nel Centro visitatori di Rhêmes-Notre-Dame dedicato al Gufo reale, specie schiva e poco nota ma con un importante ruolo ecologico.