La Valle d'Aosta e l'Europa

Il Programma Interreg Italia-Francia Alcotra si rinnoverà in vista della programmazione 2021/27

Riunito il Comitato di sorveglianza per l’avvio del nuovo settennio.

La Regione Auvergne-Rhône-Alpes, di fronte al Comitato di sorveglianza del Programma Interreg Italia-Francia Alcotra (del quale è Autorità di gestione designata) riunito lo scorso 16 dicembre, si è impegnata a garantire una programmazione più semplice, più strategica, più integrata per la programmazione 2021/27.

A Nizza si sono ritrovati le Regioni italiane e francesi, i Dipartimenti e le Provincie, i rappresentanti delle rispettive Amministrazioni statali che, di concerto, hanno avviato la predisposizione del futuro Programma di cooperazione transfrontaliera. Vi è la consapevolezza che occorre essere più vicini ai territori e ai cittadini per tradurre i loro bisogni in azioni concrete, visibili e che impattino la loro vita quotidiana. Il Programma dovrà tradurre questi principi ispiratori nella propria strategia e in meccanismi di funzionamento semplificati. Nel concreto, è stata proposta l’istituzione di specifici strumenti di accompagnamento come gli ‘sportelli’, immaginati come antenne territoriali che supportino i beneficiari nella predisposizione dei progetti. Lo scopo ultimo è migliorarne la qualità e pertinenza con il Programma e con i bisogni della comunità transfrontaliera. È stato peraltro deciso di organizzare, nel 2020, un cospicuo numero di occasioni di incontro e dialogo con i cittadini e con i territori, per rendere tutti più partecipi e consapevoli delle opportunità offerte dalla cooperazione franco-italiana. Quattro i gruppi tecnici che saranno costituiti per scrivere le future sfide che il Programma dovrà affrontare. Fra queste, saranno sicuramente centrali l’accompagnamento alla transizione ecologica in un contesto di cambiamento climatico e lo spopolamento delle zone di montagna e delle aree interne.

La Valle d’Aosta, tramite l’Ufficio di rappresentanza a Bruxelles, competente in materia di cooperazione territoriale, rafforzerà gli sforzi, intrapresi fin dalle passate programmazioni, per migliorare ulteriormente la qualità dei progetti che coinvolgono partner valdostani, adoperandosi per fornire supporto e accompagnamento ai beneficiari. Il Programma Interreg Alcotra ha dato importanti risultati in Valle d’Aosta contribuendo direttamente allo sviluppo del territorio anche in termini di risorse. Infatti, nella programmazione 2014/20, tutt’ora in corso, le risorse programmate ammontano a oltre 30 milioni di euro.