La Valle d'Aosta e l'Europa

Un milione di euro per soluzioni innovative di mobilità sostenibile

L’Espace Mont-Blanc lancia il primo partenariato per l’innovazione per la mobilità sostenibile attorno al Monte Bianco

Dal 20 marzo al 31 maggio 2020 è aperto il bando di gara, dell’ammontare di circa un milione di euro, per l’instaurazione di un Partenariato per l’innovazione (PPI) finalizzato all’acquisizione di un prodotto innovativo di mobilità sostenibile nel territorio dell’Espace Mont-Blanc.

Con il progetto Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc i partner vogliono introdurre nel territorio dell’Espace Mont-Blanc soluzioni innovative di mobilità sostenibile, anche grazie alla sperimentazione di buone pratiche generalmente già presenti in aree metropolitane da adattare ai territori montani per di più transfrontalieri, interessando appunto anche Francia e Svizzera, consentendo così di rendere meno inquinanti, più efficaci e adeguati alle nuove tendenze, i servizi nel settore dei trasporti. Quest’obiettivo è perseguito attraverso un “Partenariato per l’innovazione”.

Partenariato per l’innovazione: di cosa si tratta

Il Partenariato per l’innovazione è una procedura di appalto aperta che permette alla Stazione appaltante – in questo caso l’Unité de Communes Valdôtaines Grand-Combin, capofila del progetto, per conto di tutto il partenariato italo-francese - di finanziare progetti innovativi, non ancora disponibili sul mercato, di appropriarsi dei risultati prodotti ma di lasciarne, nello stesso tempo, la proprietà intellettuale alle aziende che potranno, così, commercializzarli. Questa particolare procedura di appalto permette di incentivare le imprese a mettersi in rete, per offrire uno o più servizi adattati ai bisogni dell’area progetto.

Nell’autunno del 2019 è stata presentata dall’Unité Grand-Combin la consultazione preliminare di mercato, la prima fase di questo processo innovativo, dove le imprese hanno manifestato il loro interesse e presentato alcune prime idee. Queste spaziano dai servizi per biciclette a pedalata assistita a soluzioni alternative di trasporto o infrastrutture 100% digitali. Queste proposte sono già state analizzate da un team composto da consulenti giuridici ed economici oltre a specialisti in mobilità sostenibile, che sta accompagnando l’Unité Grand-Combin nella predisposizione del capitolato definitivo.

La seconda fase, in corso in questo momento, prevede la formulazione da parte delle imprese di proposte concrete dei servizi o prodotti che si intenderebbero realizzare, in funzione del capitolato che esplicita i bisogni dell’area e integra anche gli esiti delle riflessioni emerse sulle proposte pervenute nella prima fase.

Una volta conclusa la gara e presentate le varie proposte di partenariato per l’innovazione, una Commissione ne valuterà la qualità e, in seguito, sarà avviato un vero e proprio dialogo con le imprese/raggruppamenti proponenti al fine di migliorare e dettagliare ulteriormente le offerte stesse. A conclusione del dialogo, l’aggiudicazione della gara sarà assegnata alla migliore proposta o, se compatibile con il budget a disposizione, anche a più di una.

L’auspicio dei partner è che i fondi a disposizione, poco meno di un milione di euro, possano finanziare un progetto di filiera, in cui produttori di energia, insieme con distributori di servizi, anche case automobilistiche e imprese locali che si occupano di mobilità e/o servizi possano collaborare e proporre una soluzione che si caratterizzi per l’adattabilità specifica al territorio montano e transfrontaliero.

Clicca qui per rispondere al bando di gara

Il progetto Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc

Il progetto Parcours i-tinérants autour du Mont-Blanc intende fornire una risposta alle esigenze di mobilità di residenti e turisti, mediante l’applicazione di soluzioni di trasporto innovative e adatte ai territori montani. Il Capofila è l’Unité de Communes Valdôtaines Grand-Combin (UCVGC) cui si aggiungono i seguenti partner: la Communauté de Communes Pays du MontBlanc (CCPMB), la Communauté de Communes de la Vallée de Chamonix Mont-Blanc (CCVCMB), l’Unité de Communes Valdôtaines Valdigne-Mont- 2 Fonte: Unité des Communes Valdôtaines Grand-Combin 12 Blanc, l’Unité des Communes Valdôtaines Grand-Paradis, la Chambre Valdôtaine des Entreprises et des Activités Libérales, il Canton du Valais nonché il Centre de Recherches Energétiques et Municipales (CREM) di Martigny. Il progetto ha una durata di 3 anni (giugno 2019 –giugno 2022).

Il progetto rientra nel Piano integrato territoriale PITER PARCOURS finanziato dal Programma Interreg Italia- Francia Alcotra. Ha una durata di 4 anni (2018 - 2022), è coordinato dal Dipartimento dell’Alta Savoia e dalla Regione autonoma Valle d'Aosta e si compone di 5 progetti singoli.