La Valle d'Aosta e l'Europa

COVID-19: contributi alle imprese fino al 100% con fondi europei

l contributo per il canone di prestazione servizi, agli interventi finanziati in regime de minimis, è stato elevato dal 70% al 100% utilizzando i fondi europei.

Espace Aosta ©RAVDA
Espace Aosta ©RAVDA

La Giunta regionale ha approvato, con deliberazione n. 367/2020, l’aumento delle agevolazioni a favore delle imprese.

Durante l’emergenza sanitaria da Coronavirus, le imprese insediate presso le Pépinières d’entreprises di Aosta e Pont-Saint-Martin non hanno potuto utilizzare gli spazi e i servizi messi a loro disposizione da Structure Vallée d’Aoste. Si tratta, più nello specifico, di servizi di base legati alla logistica e all’ospitalità, infrastrutture tecnologiche, nonché della disponibilità dei locali da adibire a sede delle attività svolte dalle imprese. I decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, adottati nei mesi di marzo e aprile 2020, hanno infatti stabilito misure restrittive per limitare la diffusione del contagio sul territorio nazionale, compresa la sospensione delle attività economiche e produttive e la chiusura degli esercizi commerciali.
I contraccolpi sulle attività imprenditoriali legati agli effetti dell’epidemia sono stati particolarmente sentiti dalle micro e piccole imprese, spesso “start up” che necessitano, ancor più delle imprese mature, di servizi di incubazione, tutoraggio gestionale ed accompagnamento. Le difficoltà sono legate ai costi di locazione elevati, alla carenza di spazi adeguati per l’insediamento, alla scarsa cooperazione e all’insufficiente cultura imprenditoriale e manageriale. Criticità difficilmente superabili anche dopo il termine dell’emergenza sanitaria.

Per questo motivo, la Regione ha ritenuto opportuno modificare le disposizioni che regolano la concessione delle agevolazioni alle imprese interessate dal provvedimento, per quanto riguarda gli interventi finanziati in regime de minimis, aumentando dal 70% al 100% la percentuale di contributo per l’abbattimento del canone di prestazione servizi, per il periodo dal 23 marzo 2020 al 31 dicembre 2021.

I contributi sono concessi previa presentazione di regolare documentazione di spesa quietanzata ed erogati con cadenza trimestrale.

Tali interventi rientrano nell’ambito dall’azione “Supporto allo sviluppo delle imprese insediate e da insediare in Valle d’Aosta - locazione di spazi ed erogazione di servizi di base”, finanziati con i fondi del Programma “Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20” (FESR).

L’azione contribuisce a sostenere la nascita di nuove imprese innovative sul territorio regionale, attraverso contributi per abbattere il canone di locazione e la fruizione dei servizi di base offerti nelle Pépinières di Aosta e Pont-Saint-Martin.

La Pépinière di Pont Saint Martin, tra i primi incubatori nati in Italia, è un edificio situato nell'area industriale “ex-Ilssa Viola”, mentre quella di Aosta, attiva dal 2004, si trova nella zona del parco industriale “Espace”. Alle imprese incubate, oltre ai servizi di base, si aggiunge, su richiesta, la fornitura di servizi a pagamento. I due incubatori regionali hanno ottenuto il sostegno dell’Europa attraverso i fondi FESR nella programmazione 2007/13 e nell’attuale 2014/20.

L’obiettivo finale è agevolare lo sviluppo competitivo del sistema imprenditoriale locale, attraverso servizi di incubazione che possano sostenere le imprese nella fase estremamente delicata di avvio, caratterizzata da tassi di mortalità elevati. I fondi europei giocano quindi il ruolo importante di favorire la crescita dimensionale e l’internazionalizzazione, ma anche incentivare l’insediamento di imprese innovative esterne in grado di innovare e creare valore aggiunto.